Il Tiramisu’ classico

ORIGINI  DEL   TIRAMISU’

Riguardo le origini del tiramisù, sono state rintracciate diverse storie, alcune molto fantasiose, altre che sembrerebbero più vere
Sono diverse anche le regioni dove si dice sia nato il  tiramisù: Piemonte, Lombardia, Veneto e Toscana.
La storia più fantasiosa riguardante le origini del tiramisù narra di un pasticciere torinese che, in seguito ad una richiesta dell’allora
ministro del governo nel 1800  creò un dolce che  aiutasse  il goloso ministro  nella sua difficile opera di unificare
il territorio italiano.
Da qui il nome, appunto, di “tiramisù”.
Altri racconti, meno fantasiosi, ma allo stesso modo difficilmente confutabili, sulle origini del tiramisù, le fanno risalire o al ristorante
 “El Toulà” di Treviso, oppure all’opera di alcuni pasticcieri di Siena verso la fine del 1600, in occasione della visita del Granduca di Toscana, Cosimo III de  medici
Il dolce avrebbe dovuto rappresentare quelle che erano le caratteristiche  del granduca : grandiosità e semplicità. Era importante che fosse sfarzoso e goloso proprio come il duca. Venne così realizzata quella che al tempo fu chiamata “zuppa del duca”. In seguito sembra che i cortigiani attribuirono al dolce proprietà eccitanti e afrodisiache così che da
“zuppa del duca” divenne “tiramisù”.

TIRAMISU’   CLASSICO

Ingredienti: per 6 persone
250 g di mascarpone di ottima qualità
 80 g di zucchero
 4 uova
 250 g di savoiardi
1 tazza di caffè forte (meglio espresso)
 1 bicchiere di Marsala,
cacao amaro in polvere q.b.,
scaglie di cioccolato fondente  (si possono anche non mettere )
Prepararazione:
1 – Montare i tuorli insieme allo zucchero fino a ottenere un composto bianco e spumoso.
 2 -Con un cucchiaio in legno lavorare il mascarpone finché diventi una crema liscia e senza grumi.
3 -Unire al mascarpone il composto di uova e zucchero, amalgamandolo bene.
4-Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale e aggiungere con delicatezza alla crema di uova e mascarpone.
5 – Miscelare il Marsala con il caffè a temperatura ambiente.
Aggiungere due cucchiai di latte.
6 –  Immergere velocemente i savoiardi nella bagna così ottenuta: i biscotti dovranno risultare ben imbevuti, ma non completamente zuppi.
7-Foderare il fondo di una vaschetta per alimenti con uno strato di savoiardi.
8 – Quindi stendere uno strato di crema al mascarpone, livellandolo con una spatola. Procedere con un secondo strato di biscotti e coprire con la rimanente crema, avendo cura di tenerne da parte una piccola quantità per la decorazione.
Decorazione:
 Inserire la crema rimasta in una tasca da pasticciere montata con bocchetta liscia e ricoprire tutta la superficie del dolce con una serie di ciuffetti di mascarpone.
Spolverare con abbondante cacao amaro e rifinire con una manciata di scaglie di cioccolato.
Riporre in frigorifero per qualche almeno 3 ore

Sharing is caring!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *