Garganelli con zucchini gamberi e zafferano

La pasta fresca in giallo

Ho già parlato dei garganelli , una pasta fresca di origine romagnola ; antenato del maccherone

Oggi pero’ ti propongo una ricetta da fare domani a pranzo e festeggiando la donna avremo accanto il profumo della  mimosa e  il saporito giallo oro dello zafferano .

La storia dei garganelli è antica e contadina, chiamati anche maccheroni al pettine , perché è possibile siano stati un invenzione di una pastaia di corte , visto l’uso del pettine del telaio per crearli

è più probabile che siano nati in una normalissima casa , dove telaio e cucina convivevano quotidianamente . Una volta che il pettine lungo circa un metro da dove passavano gli innumerevoli fili per tessere  si era consumato , veniva tagliato e riadattato per dare alla pasta fresca la caratteristica rigatura

Ho avuto la fortuna di ereditare questi oggetti dalla mia famiglia , ma oggi sarà molto più facile trovare e comprare un semplice arriccia gnocchi con cui otteniamo lo stesso risultato ma con meno fascino ;

Garganelli ingredienti per 4 persone

  • 4 uova
  • 400 gr farina
  • 50 gr parmigiano       
  • noce moscata

Procedimento

Impastare la farina con le uova , il parmigiano e la noce moscata
 fate riposare almeno 30 minuti
Con il matterello stendere la sfoglia sottile e tagliare dei quadrati di 4 cm di lato
Appoggiare il lato diagonale sul bastoncino e arrotolare passando sull ‘ apposito pettine per garganelli, spingendo affinché i garganelli si chiudano e rimangano rigati
Ingredienti per il condimento
  • 320 gr. di Garganelli
  • 300 gr. di gamberetti già sgusciati
  • 300 gr. di zucchine
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 scalogno
  • 1 bustina di zafferano
  • olio extra vergine d’oliva

procedimento

Lavare le zucchine e ridurle a rondelle molto fini tagliate a metà.
Soffriggere in una padella l’aglio schiacciato e lo scalogno con un 4 cucchiai di  d’olio di oliva
Togliere l’aglio quando è arrossato e aggiungere i gamberetti e le zucchine.
Salare, spruzzare con il vino bianco e continuare la cottura per circa 10 minuti fino a che il vino evapora.
Nel frattempo fare bollire la pasta in abbondante acqua salata.
Raggiunta la cottura al dente, scolare e fare saltare nella padella, per qualche minuto, con il sughetto di gamberetti aggiungendo la bustina di zafferano prima sciolta in due o tre cucchiaiate di acqua di cottura

Sharing is caring!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *