Le dita di strega

Diversi si ma sempre biscotti sono

Chi non ha  immaginato di essere una strega , ma una strega buona si intende , schioccare le dita e per incanto far succedere  quello che vogliamo , sarebbe troppo bello !!  Ho sempre pensato che nel nostro piccolo se ci impegniamo e alleniamo con costanza ,  potremmo anche riuscirci , perchè no !!

Nel passato l’accusa di stregoneria portava a  morte certa sul rogo , si ha sempre paura delle cose diverse e sconosciute , del cambiamento .
I limiti vengono imposti e tramandati per questo , se tutti ci atteniamo alle regole di sempre siamo più controllabili e senza grilli per la testa siamo anche prevedibili , ma possiamo trovare  la forza di superare queste barriere solidamente precostrutie , ma per fortuna oggi non c’è il rogo ad attenderci ma al massimo i 180 gradi di un forno che possiamo cominciare ad accendere se vogliamo assaggiare questi biscotti .

Che orrore le dita della strega, uno dei dolci di Halloween preferiti dai bambini. Il procedimento è quello dei classici biscottini al burro, ma la sagoma a forma di dito e la mandorla che ricorderà un’unghia faranno inorridire anche i più temerari

Ingredienti per circa 40 biscotti:

•    200 grammi di burro
•    200 grammi di zucchero a velo
•    450 grammi di farina
•    2 uova
•    1 fialetta di aroma alla mandorla
•    2 bustine di vanillina
•    1 bustina di lievito
•    40 mandorle spellate
•    marmellata di fragole

Tempo occorrente: 40 minuti circa + 30 minuti di riposo

Procedimento:

In una ciotola, versa la farina setacciata, il burro ammorbidito, le uova, lo zucchero a velo, l’estratto di mandorle, la vanillina, un pizzico di sale e infine il lievito.

Lavora con le mani fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Copri con pellicola trasparente e lascia riposare in frigo per mezz’ora.

Ora dai forma alle dita della strega. Stacca un pezzo di pasta, forma una pallina e poi sagoma con le mani fino a ottenere un bastoncino della grandezza di un dito (circa 12 cm). Per rendere ancora più reale il biscotto, sagoma le nocche delle dita e disegna delle rigature con la parte liscia di un coltellino.

Ora aggiungi una goccia di marmellataall’estremità del dito e fissa la mandorla, premendo delicatamente. In questo modo non si staccherà durante la cottura. Se vuoi dare un tocco ancora più “orribile” ai biscotti, alcune mandorle possono avere un’estremità spezzata o rovinata.

Adagia, man mano, i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno distanziandoli l’uno dall’altro. Passa in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.

Prima di servirli lascia raffreddare qualche minuto e bagna l’estremita’ nella marmellata di fragole per dare l’ idea che siano state appena mozzate

 

 

 

Sharing is caring!

Comments: 1

  1. Nelly says:

    Che belle. Pensavo che erano tipo dei grissini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *